La storia urbanistica dell’area Castello 2018-09-14T11:29:24+00:00

LA STORIA URBANISTICA DEL PUE DI CASTELLO

L’area di Castello è stata individuata dal Comune di Firenze, sin dal PRG approvato nel 1962, come destinata all’espansione e razionalizzazione degli interventi strutturali e infrastrutturali del territorio metropolitano.

Questa vocazione ha visto il susseguirsi di previsioni urbanistiche più volte confermate e concretizzatesi, nel 1997, attraverso una variante generale del PRG (approvata dal Consiglio Regionale con deliberazione n. 385 del 2.12.1997 e successiva presa d’atto del Consiglio Comunale di Firenze mediante deliberazione n. 141 del 9.02.1998).

Il Piano Urbanistico Esecutivo PUE di Castello è stato approvato in data 28.5.1999 con accordo di programma (sottoscritto dalla Regione Toscana, dalla Provincia di Firenze, dal Comune di Firenze, dal Ministero dei lavori pubblici e dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri) e annesso accordo di pianificazione tra la Regione Toscana, la Provincia di Firenze e il Comune di Firenze.

Il piano urbanistico prevede la costruzione di 181.000 mq di superficie utile lorda per funzioni pubbliche e di 259.000 mq per funzioni private (suddivise in 125.000 mq direzionali; 70.000 mq residenziali; 42.000 mq commerciali; 22.000 ricettivi).

In attuazione delle previsioni del PUE di Castello, la Società NIT s.r.l. (proprietaria della quasi totalità delle aree incluse in tale piano: 170 ettari circa) e il Consorzio per l’attuazione del PUE di Castello (d’ora in avanti “Consorzio Castello”, costituito ai sensi degli artt. 2602 e ss. del codice civile e dell’art. 23 della legge n. 1150 del 1942 tra i proprietari delle aree incluse nel perimetro del PUE) hanno sottoscritto, con il Comune di Firenze, una prima convenzione urbanistica in data 31.1.2000.

A seguito della variante al PUE adottata dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 29/47 del 22.3.2004 e definitivamente approvata con deliberazione n. 9/955 del 17.1.2005, è stata stipulata una seconda convenzione urbanistica in data 18.4.2005 (in sostituzione della precedente convenzione del 31.1.2000).

Figura 1 – Ipotesi e studi progettuali

Figura 2 – Alcuni testi urbanistici di riferimento storico del PUE